Sicurezza sulla strada. Le aziende dell’autotrasporto in aula con UNIS&F

Pubblicato il 18 maggio 2017

Il 30 settembre 2015 Unindustria Treviso e Polstrada Treviso hanno siglato un accordo per la sicurezza stradale, in virtù del quale è stato poi attivato un primo percorso di formazione organizzato e gestito da UNIS&F e che ha coinvolto oltre 30 autisti.

Hanno firmato l’intesa Maria Cristina Piovesana, Presidente di Unindustria Treviso e il Dirigente della Sezione Polizia Stradale di Treviso, Alessandro De Ruosi. Sono intervenuti il Prefetto di Treviso, Laura Lega, e il Questore di Treviso, Tommaso Cacciapaglia, che hanno espresso apprezzamento e interesse per l’iniziativa. Presente, infine, anche il Vicepresidente del Gruppo Trasporti di Unindustria Treviso, Francesco Ceccato. Questa prima attività è stata rivolta in particolare alle aziende del settore autotrasporto persone e, tra gli altri, a salire in cattedra è stato proprio  il comandante della Polizia Stradale. Obiettivo: migliorare la sicurezza con l’aggiornamento professionale per le imprese e i propri collaboratori, a vantaggio anche di una migliore circolazione stradale. Il programma si è soffermato in particolare sul codice della strada, sull’approfondimento della normativa europea in materia di tempi di guida e di riposo dei conducenti e la sicurezza stradale.

“E’ obiettivo comune delle Parti - si legge nell’accordo - promuovere iniziative e progetti di collaborazione rivolti agli utenti professionali della strada, anche con il coinvolgimento di soggetti privati, al fine di contribuire, anche attraverso un percorso formativo e culturale oltre che per mezzo dell’azione di contrasto alle violazioni della normativa vigente, al raggiungimento dell’obiettivo della Commissione Europea di dimezzare la mortalità su strada. A tal fine si ritiene indispensabile coinvolgere la Polizia Stradale nel percorso formativo sia del personale deputato alla conduzione dei veicoli che di quello amministrativo e dirigenziale delle imprese aderenti ad Unindustria Treviso, in considerazione della complessità delle normative nazionali e comunitarie che regolano l’attività del trasporto su strada ed in particolare quelle in materia di tempi di guida e di riposo dei conducenti”.


Abbiamo parlato con tre delle aziende che hanno partecipato al percorso formativo: Autocorriere Caverzan S.r.l., Bonaventura Express S.r.l. e Barzi Service S.r.l., tutte operanti nel settore dell’autotrasporto persone, per fare un bilancio delle attività.


L'attività formativa che ha visto la Vostra partecipazione è frutto del protocollo siglato tra Unindustria Treviso e la  Polizia Stradale: quali sono le ragioni che vi hanno portato a partecipare alle attività?

Barzi Service S.r.l. Le ragioni che ci hanno portato a partecipare sono molteplici. Innanzitutto mettere in contatto i nostri dipendenti con la Polizia Stradale, in ambiente diverso da quello della strada e quindi senza tensioni o pregiudizi e poi, per poter sviscerare assieme a persone competenti argomenti che sono molto ostici per i nostri dipendenti e soprattutto possono risultare di dubbia interpretazione.

Bonaventura Express S.r.l. Innanzitutto il protocollo con la Polizia Stradale trae origine proprio dalla necessità di avvicinare noi aziende di trasporto con le Istituzioni che stabiliscono le regole sulla circolazione stradale e che vigilano quotidianamente l’operato di decine e decine di autisti.
Ultimamente le problematiche della congestione e della sicurezza stradale hanno avuto bisogno di un intenso lavoro di regolamentazione da parte delle autorità nazionali e internazionali, dando luce a nuove norme che vanno spiegate e acquisite dagli autisti. D’altro canto la crisi economica globale ha spinto proprio in senso opposto, in quanto sia i vettori che i committenti, ricercando soluzioni di trasporto concorrenziali, hanno moltiplicato fenomeni di irregolarità diffusa.

Autocorriere Caverzan S.r.l. La politica della nostra azienda tende sempre a dare importanza alla formazione del personale; vero è, però, che spesso non è una cosa semplice a causa dei costi aziendali che purtroppo influiscono o per la disponibilità del personale, data la particolarità del nostro settore è molto difficile riuscire a programmare gli incontri o ancora per la difficoltà di trovare argomenti che stuzzichino l’interesse dell’autista. Quest’attività ci è sembrata da subito interessante, proprio per la possibilità di un confronto diretto con le Istituzioni.
 

Ritiene che i contenuti della formazione possano avere risvolti concreti nel migliorare l'attività lavorativa? Quali?

Barzi Service S.r.l.  Sì, hanno migliorato l'attività lavorativa e se questa particolare tipologia di attività formativa verrà riproposta, saremo presenti con un numero ancor più cospicuo di addetti.

Bonaventura Express S.r.l. La nostra azienda, a tutela dei trasportati, ha intensificato gli appuntamenti di formazione tra cui si inserisce anche l’attività svolta tramite UNIS&F e ciò consente ai nostri autisti di affrontare serenamente il proprio lavoro.

Autocorriere Caverzan S.r.l.  Ritengo  che l’argomento affrontato sia stato di particolare interesse, poiché le ultime normative sia italiane, ma soprattutto europee, sulle ore di guida e di riposo hanno sconvolto i vecchi comportamenti, cioè il modo di lavorare, degli autisti di pullman. Avere la possibilità di essere formati direttamente da chi poi farà i controlli su strada porta negli autisti una maggiore responsabilità e consapevolezza e permette di affrontare il confronto su strada in modo più sereno. Questo si ripercuote naturalmente sul cliente che si trova a bordo del pullman oggetto di controllo.


Ritiene utile dare continuità a questo tipo di attività formativa? Quali altri argomenti ritiene possano essere di interesse per la Vostra azienda?

Barzi Service S.r.l.  Potrebbe essere interessante riproporre  incontri con la Polizia Stradale e forse sarebbe utile anche effettuare incontri con esperti del settore dei viaggi all'estero (documenti necessari, normative speciali nei paesi CEE ed extra CEE, etc.).

Bonaventura Express S.r.l. La nostra azienda cerca di mantenere alta l’attenzione ai momenti di confronto e formazione con i propri addetti, quindi sicuramente verranno organizzati altri incontri specifici. Lo scorso mese, ad esempio, abbiamo organizzato un corso di guida sicura ed economica. A novembre abbiamo ospitato per 3 pomeriggi uno psicologo del lavoro, con il quale sono stati affrontati i temi della comunicazione interpersonale, dell’approccio con il cliente e della customer satisfaction.

Caverzan É certamente utile dare continuità a questo tipo di iniziative, anche se talvolta alcuni argomenti che per l’azienda sono utili (ad esempio, attività sul comportamento da tenere in autobus, visto che si trasportano persone di tutte le età), coinvolgono poco i dipendenti.
UNIS&F ha organizzato e gestito gli incontri di formazione, venendo incontro alle esigenze delle aziende partecipanti. Un’iniziativa che, non soltanto, ha messo insieme diverse realtà aziendali, ma ha creato una rete con le Istituzioni del territorio, per promuovere una cultura della sicurezza stradale che andrà a beneficio di tutta la cittadinanza.

Per ulteriori informazioni:
Tel. 0422 916400 | E-mail: unisef@unisef.it

Commenti