La performance aziendale da un punto di vista economico-finanziario. Come effettuarne il check-up

Obiettivi

Definire quali sono le competenze necessarie a riclassificare e impostare il bilancio d’esercizio in chiave gestionale e fornire all’azienda gli strumenti per:

  1. Trasformare il bilancio da formalità necessaria a reale strumento di conoscenza dell’andamento della gestione, interpretando correttamente le informazioni economico- finanziarie che può fornire,
  2. Rielaborare il bilancio per individuarne gli aggregati da tenere maggiormente sotto controllo al fine di comprendere meglio i punti di forza e di debolezza della propria azienda,
  3. Il Bilancio gestionale per aree di Business,
  4. Il Bilancio gestionale per Mercato/canale,
  5. Selezionare le informazioni rilevanti per prendere decisioni efficaci prevedendone e spiegandone le conseguenze economiche e finanziarie,
  6. Prevedere e monitorare l'evoluzione dei risultati economici e finanziari nonché verificare la sensitività dei risultati stessi al mutare delle variabili esterne,
  7. Effettuare un’autovalutazione dell’impresa e delle sue strategie.


L’utilizzo del bilancio d’esercizio a fini diagnostici, integrato da opportune informazioni operative, dovrebbe garantire l’ottenimento di un cruscotto di indicatori, in grado di individuare i fattori cruciali e le eventuali «aree gestionali critiche», dalle dai quali dipende, in chiave prospettica, il successo o l’insuccesso di un’impresa. Nel caso in cui l’analisi di bilancio abbia segnalato la presenza di criticità in alcuni aspetti della gestione, il check-up dovrà essere in grado di approfondire la diagnosi delle possibili cause, chiarendo se le criticità riscontrate sono connesse a difficoltà strutturali, che comportano la necessità di rivedere il rapporto impresa-ambiente, oppure a difficoltà operative, che si traducono in performance insoddisfacenti dei processi gestionali.


Contenuti

- Il controllo di gestione e le esigenze informative aziendali;

- Dal bilancio di esercizio al bilancio gestionale:

  1. L’eliminazione delle interferenze fiscali,
  2. Esame dei principi e criteri contabili adottati ed eventuali integrazioni e rettifiche,
  3. Prevalenza della sostanza sulla forma: trattamento del leasing secondo il metodo finanziario, trattamento delle ricevute bancarie,
  4. Il riesame critico di stime e valutazioni delle principali voci di bilancio (immobilizzazioni, crediti, magazzino e fondi rischi, ecc.) in un’ottica operativa,
  5. L’individuazione e la separazione di voci ed eventi esogeni rispetto all’attività tipica dell’azienda;

- Modelli pratici di analisi economico-finanziaria:

  1. Schemi di conto economico riclassificati e loro funzioni,
  2. Riclassificare lo stato patrimoniale per enuclearne le grandezze fondamentali,
  3. Il modello di riclassifica funzionale per evidenziare e verificare l’equilibrio finanziario,
  4. Il rendiconto finanziario e i modelli di previsione dei flussi di cassa,
  5. Il prospetto dei flussi di cassa mensile,

- Come costruire il reporting periodico,

- I bilanci divisionali per evidenziare la capacità di generare reddito e risorse delle diverse aree strategiche di affari,

- Quando i dati della singole aziende non bastano da soli a capire il business di un gruppo: il reporting consolidato,

- Come utilizzare gli indicatori di prestazione per diagnosticare tempestivamente evoluzioni economiche e finanziarie indesiderate e guidare meglio l’azienda.