Digital Transformation & Cybersecurity: scenari operativi d'impresa

Pubblicata il 19 aprile 2017

Gli attuali provvedimenti per la fabbrica intelligente e per l’Industria 4.0 promuovono una serie di interventi non solo di trasferimento tecnologico, ma anche di formazione sulle tecnologie per essere in grado di utilizzarle al meglio, rendendo così effettiva l’innovazione nelle imprese.
Trasversale è anche l’importanza della sicurezza ciber-fisica dei dati.

Per questo UNIS&F, insieme a Confindustria Veneto SIAV, propone un nuovo progetto, finanziato dalla Regione Veneto e dal Fondo Sociale Europeo, che mira a realizzare una serie di attività complementari che vadano a incidere su diversi livelli:

A.    Action Research: per audit tecnologico digitale, adeguamento dei profili professionali e dei repertori di competenza in relazione alle nuove tecnologie digitali  (16 ore aziendali)

B.    Formazione-intervento Outdoor interaziendale (40 ore):
           - prima sessione: acquisizione di conoscenze tecnologiche (20 ore);
           - seconda sessione: laboratorio di impresa e role play per immaginare, rappresentare e progettare le applicazioni digitali e di cyber security a contesti di impresa e di cambiamento di ruolo (20 ore).

C.    Ricerca applicata: attribuzione di una borsa di studio in materia di comunicazione e video storytelling

D.    Mainstream: workshop pubblico con obiettivo di coinvolgere attori pubblici e privati (clienti e fornitori delle imprese, parti sociali) nella presentazione incrociata dei risultati emersi dalle sessioni di «scenario di impresa».

Le attività partiranno a giugno 2017 e si concluderanno a giugno 2018: le aziende interessate possono compilare la manifestazione d’interesse e la scheda 3 e rispedirle in formato word all’indirizzo gestfin@unisef.it, entro il prossimo 28 aprile.

Destinatari

  1. lavoratori occupati presso imprese operanti in unità localizzate sul territorio regionale con modalità contrattuali previste dalla normativa vigente;
  2. titolari d’impresa, coadiuvanti d’impresa
  3. liberi professionisti, lavoratori autonomi
  4. Sono compresi tra i destinatari ammissibili i giovani assunti con contratto di apprendistato, purché la formazione svolta nell’ambito del progetto presentato non sostituisca in alcun modo la formazione obbligatoria per legge, prevista per gli apprendisti
  5. Non sono ammissibili come destinatari coloro i quali abbiano un rapporto di lavoro con soggetti riferibili ai settori della pesca, della sanità e socio-assistenziale, nonché con gli organismi di formazione, accreditati o non.

Verrà privilegiata la partecipazione di imprese socialmente responsabili ossia di imprese che, in base alla griglia di autovalutazione, superano la soglia minima prevista dal set di requisiti definiti a livello nazionale nell’ambito del progetto interregionale/transnazionale “Creazione di una rete per la diffusione della Responsabilità Sociale d’Impresa”; il coinvolgimento di imprese che non sono state coinvolte nelle attività progettuali relative alla DGR nn. 869/13, 361/14, 784/15, 785/15, 37/16 e 38/16.


Per informazioni:
Area Formazione Finanziata - Stefano Parisotto
Tel. 0422 916477
E-mail: gestfin@unisef.it