Dai percorsi di UNIS&F per la mobilità nascono 5 nuovi progetti imprenditoriali

Pubblicato il 9 luglio 2013

Si è concluso martedì 2 luglio il percorso sull’auto-imprenditorialità relativo al progetto di Unindustria Treviso Servizi & Formazione “Mobilità Attiva”, finanziato con il fondo interprofessionale Fondimpresa. Il progetto, iniziato nel mese di aprile, ha previsto 40 ore di formazione di base e 40 ore di formazione specialistica che hanno portato all’elaborazione di un business plan per una nuova idea imprenditoriale. Le proposte dei corsisti si sono distinte per forte connessione al territorio, approccio eco-sostenibile, attenzione alla persona e alla dimensione relazionale del rapporto con i potenziali clienti.
La prima proposta è già attiva, in quanto Umberto Coletti ha costituito la sua società Newcol S.r.l. proprio lo scorso 24 giugno. Recuperando l’esperienza della sua vecchia azienda, fondata nel 1947, ceduta nel 1994 e alla fine chiusa lo scorso anno, Coletti ha investito nella capacità di creare progetti artigianali per l’arredamento delle gelaterie. La nuova azienda è a conduzione familiare, prevede l’assunzione di tre nuovi dipendenti e conta già un parco clienti straniero (soprattutto Germania) che ricerca qualità, cura dei particolari e affidabilità. “Rimettersi in gioco non è stato semplice e seguire il corso sull’auto-imprenditorialità ha richiesto un notevole impegno. Ne ho tratto però dei suggerimenti preziosi per rilanciare la mia attività e sono convinto che ci siano buone prospettive di crescita per il futuro”.
Cosetta Zanatta ha proposto la sua idea per un servizio di amministrazione condominiale basato sulla professionalità, la trasparenza e la cordialità, e con un mix intelligente di soluzioni pensate per le diverse esigenze dei condomini, soprattutto quelli più anziani. “Ho sfruttato il periodo della mobilità per pensare a cosa mi sarebbe piaciuto fare: un lavoro che mi consentisse di dedicare il giusto tempo alla famiglia e che mi permettesse di esprimere la mia predisposizione al contatto umano”. L’attività partirà a inizio 2014, dopo aver ottenuto i certificati richiesti per questa professione.
Tiziana Traunero ha raccontato la sua idea di una pasticceria teatrale con spazio di degustazione, in cui la passione per il teatro si coniuga con paste realizzate con prodotti tipici locali e stagionali. “È stato stimolante costruire un business plan, mettere nero su bianco le proprie idee, prevedere vari piani di azione e capire come realizzare il mio progetto. Con i docenti di UNIS&F abbiamo individuato anche le opportunità per i finanziamenti all’imprenditoria femminile. Al momento attuale ho già trovato il luogo della mia futura attività, che dovrebbe partire non appena saranno conclusi i lavori di adeguamento dei locali”.
Emanuele Livotto, dopo anni di lavoro come Responsabile Magazziniere, ha deciso di trasformare la sua passione per la riflessologia plantare in lavoro, avviando un’attività per il benessere della persona. “La mia attività si collocherà a livello medio-alto nella fascia dei trattamenti per il benessere e la salute. Preparare il business plan è stata una sfida. Ho analizzato il bacino di utenza dei miei potenziali clienti, calcolato le ore di lavoro necessarie e le tariffe più adeguate per coprire le spese dell’investimento iniziale, pensato a delle strategie di comunicazione per farmi conoscere sul territorio e alle modalità per creare rete con altre realtà del settore”.
Carlo Bombacigno è un ex operaio e nel 2014 avvierà la sua attività come artigiano tutto fare eco-sostenibile. “Oggi riparare è meglio che sostituire, fare l’artigiano è uno tra i mestieri più vecchi al mondo ma oggi bisogna farlo in modo diverso. Dal corso ho colto ottimi spunti per verificare come si propongono i miei competitors sul mercato e individuare il modo più giusto per differenziarmi e dare valore alla mia esperienza”.

UNIS&F sta realizzando altri tre progetti dedicati ai lavoratori in mobilità, con un coinvolgimento complessivo di più di mille persone. Il prossimo corso sull’auto-imprenditorialità sarà attivato a settembre e si concluderà a fine anno; sono aperte le iscrizioni.

Per informazioni
Area Formazione Finanziata – Mobilità
Tel. 0422 916 427
e-mail: fondimpresa@unindustriatv.it

 

Commenti