Il momento più importante nella crescita personale e professionale di ciascuna risorsa aziendale.

formazione

UNIS&F risponde alle molteplici esigenze delle aziende proponendo diverse soluzioni formative e approfondendo tutti i temi di interesse.

Le attività contenute all'interno del Catalogo Corsi e Seminari vengono sviluppate anche per singole aziende (Commessa) o con formula "One to One".

Le metodologie didattiche applicate, di tipo attivo e interattivo, permettono di acquisire nuove competenze, sviluppare capacità di analisi e di lavoro in gruppo, di gestire processi di cambiamento, di migliorare abilità comunicative e relazionali, di intervenire sul clima aziendale, di valorizzare le conoscenze esistenti e sensibilizzare al lavoro per progetti.

scopri l'offerta formativa

catalogo corsi

Treviso – UNIS&F Lab
Immagine corso
27-09-2021
Corso di aggiornamento per addetti al Primo Soccorso (4 ore) per addetti in aziende gruppi BC a Treviso. È finalizzato al ripasso del primo intervento pratico.…
AGGIORNAMENTO PER ADDETTI AL PRIMO SOCCORSO - GRUPPI B-C
Treviso – UNIS&F Lab
Immagine corso
27-09-2021
Corso di aggiornamento per addetti al Primo Soccorso (6 ore) per addetti in aziende gruppo A a Treviso. È finalizzato al ripasso del primo intervento pratico.…
AGGIORNAMENTO PER ADDETTI AL PRIMO SOCCORSO - GRUPPO A
Pordenone – UNIS&F
Immagine corso
27-09-2021
Corso base di Prevenzione incendi e lotta antincendio (8 ore) per addetti di nuova nomina in aziende rischio medio. Include modulo teorico e pratico.…
ADDETTI ALLA PREVENZIONE INCENDI E LOTTA ANTINCENDIO - RISCHIO MEDIO
Treviso – UNIS&F Lab
Immagine corso
29-09-2021
Corso di aggiornamento per addetti alla Prevenzione incendi e lotta antincendio in aziende rischio basso. Include esercitazioni di ripasso della pratica…
AGGIORNAMENTO PER ADDETTI ALLA PREVENZIONE INCENDI E LOTTA ANTINCENDIO - RISCHIO BASSO
Treviso – UNIS&F Lab
Immagine corso
01-10-2021
Corso di abilitazione sulle procedure di rianimazione con defibrillatore semiautomatico (BLSD), conforme alle linee guida della Regione Veneto.…
BLSD - ADDETTI ALL'UTILIZZO DEL DEFIBRILLATORE SEMIAUTOMATICO ESTERNO
ONLINE
Immagine corso
01-10-2021
Corso base per la formazione al ruolo del Dirigente (con o senza delega, secondo definizione del D.Lgs. 81/08), come previsto dall'Accordo 21 dicembre 2011.…
DIRIGENTI (FORMAZIONE AL RUOLO)
Nessun risultato trovato.
Image
UNIS&F LAB

Laboratorio esperienziale

Luogo esclusivo dove si innescano processi innovativi attraverso la creatività, la valorizzazione delle esperienze e della cultura condivisa che permette, attraverso la ricerca e la sperimentazione, di dare risposte concrete ai bisogni di sviluppo delle imprese.

Scopri di più
Resta sempre aggiornato sulle ultime novità
news
FORMAZIONE
07-06-2021
La liceità del trattamento parte dall’informativa
Informare parzialmente o in maniera scorretta equivale a non informare.È questo l’insegnamento che il Garante ha impartito a un’impresa manifatturiera con l’ordinanza - ingiunzione dello scorso 15 aprile 2021, comminandole una sanzione di ben 40.000,00 Euro.L’impresa, infatti, pur avendo apparentemente adempiuto agli obblighi statuiti dal Regolamento che impongono di fornire ai dipendenti un’informativa preventiva ai sensi dell’art. 13, GDPR, di fatto aveva invece omesso di specificare nella stessa le precise caratteristiche di raccolta e trattamento dei dati dei dipendenti da parte dei sistemi aziendali.Questa “dimenticanza”, sommata all’illeceità dei trattamenti medesimi, è quindi costata cara all’azienda, integrando una duplice violazione, sia sotto il profilo dell’art. 13 del GDPR, in base al quale il titolare è tenuto a fornire preventivamente tutte le informazioni relative alle caratteristiche essenziali del trattamento, sia in base all'art. 5, par. 1, lett. a) del Regolamento, che impone un principio generale di correttezza e trasparenza, che trova piena applicazione nei confronti di tutti gli interessati, dipendenti inclusi.L’Autorità ha, quindi, ordinato alla società di modificare le informative rese ai lavoratori, indicando le caratteristiche dei sistemi aziendali, ingiungendole altresì il pagamento di una rilevante sanzione. Per informazioni:Tel.: 0422 916417E-mail: privacy@unisef.it
FORMAZIONE
07-06-2021
Dall’istanza dell’interessato all’ingiunzione del Garante: come gestire il contenzioso privacy
Il GDPR parla chiaro: un corretto trattamento dei dati non può che passare attraverso un percorso virtuoso di trasparenza e informazione, che deve essere in grado, tra le altre cose, di garantire all’interessato di poter disporre dei suoi dati, anche tramite un esercizio effettivo dei diritti sugli stessi.Gli artt. 12 e da 15 a 22, GDPR, in questo senso, sono categorici: all’istanza dell’interessato, il titolare deve rispondere e deve farlo tempestivamente e con precisione.Ma quali sono le conseguenze se ciò non devesse accadere?È questo un punto cardine del trattamento dei dati personali che, pur ponendosi apparentemente al di fuori del processo di raccolta e gestione del dato medesimo, rappresenta un passaggio fondamentale per evitare di finire sotto la lente del Garante.Infatti, il naturale sbocco di un mancato o incompleto riscontro da parte del titolare all’istanza dell’interessato è la possibilità per quest’ultimo di presentare reclamo al Garante, circostanza da cui può poi scaturire un procedimento e una eventuale sanzione e/o misura correttiva.Tutto quanto sopra trova, peraltro, conferma nel trend registrato nell’ultimo periodo.Al terzo anniversario del GDPR, infatti, stando al bilancio di applicazione pubblicato lo scorso 15.05.2021, il Garante risulta avere all’attivo ben 27.192 tra segnalazioni e reclami, in cui l’ultimo trimestre, da gennaio a marzo 2021, ha registrato il record storico dall’entrata in vigore del Regolamento con ben 2.839 segnalazioni e reclami (Cfr. REGOLAMENTO UE - Il bilancio di applicazione dal 25 maggio 2018 al 31 marzo 2021 del 15.05.2021)Se quindi l’andamento dimostra crescenti e sempre maggiori consapevolezza e interesse diffusi circa la privacy e la data protection, le imprese non possono farsi trovare impreparate.Il segreto, dunque, per prevenire l’innesco di possibili contenziosi, parte dal saper gestire le istanze degli interessati, accompagnato al contempo dalla conoscenza degli step di un eventuale procedimento, al fine di agire correttamente in ogni sua fase.Per informazioni:Tel.: 0422 916417E-mail: privacy@unisef.it
FORMAZIONE
04-06-2021
Pandemic fatigue: un webinar gratuito, in collaborazione con Confindustria Alto Adriatico, sullo stress di fronte alle epidemie
La sensazione naturale di stanchezza e sfinimento dovuta a uno stato di crisi prolungato di cui non si intravede la fine viene definita “pandemic fatigue” e costituisce una reazione assolutamente naturale sia per le persone singole che per le organizzazioni. UNIS&F, in collaborazione con Confindustria Alto Adriatico, organizza su questo tema e sulle conseguenti ricadute in tema di stress lavoro-correlato un incontro on-line gratuito:PANDEMIC FATIGUE: STRESS DI ORGANIZZAZIONI E PERSONE DI FRONTE ALLE EPIDEMIE16 giugno 2021 – orario 15.00/16.30 | VideoconferenzaL’appuntamento, rivolto a RSPP, ASPP, dirigenti, preposti, formatori per la sicurezza, psicologi, Risorse Umane, vuole analizzare gli impatti di una situazione di emergenza che si protrae nel tempo, con una conseguente sensazione di perdita di controllo, di deprivazione e di costrizione. Intende inoltre riflettere su cosa si può fare per fronte a tali impatti.Per i partecipanti che raggiungeranno la soglia minima di frequenza, è previsto il rilascio di attestato di frequenza valido ai fini dell’aggiornamento di RSPP/ASPP (1 ora).L’evento è gratuito. Per motivi organizzativi è richiesta l’iscrizione.A questo link è possibile iscriversi e visionare il programma dettagliato dell’incontro. Per informazioni:Federica MoinoTel. 0422 916456E-mail: sicurezza@unisef.it
FORMAZIONE
25-05-2021
Il ruolo strategico del CFO nella fase post Covid 19
L’emergenza sanitaria che stiamo vivendo ha certamente condizionato il modo di fare impresa. La diffusione generalizzata sul territorio mondiale del contagio da Covid-19 sta comportando gravi riflessi negativi sulle singole imprese, in particolare di piccole e medie dimensioni in cui si riscontrano carenze di liquidità, con conseguenti difficoltà a onorare gli impegni assunti o a finanziare la desiderata ripartenza.In questo contesto risulta evidente la difficoltà per il CFO - Chief Financial Officer di garantire un efficace presidio dei propri processi, con particolare riferimento a quelli di pianificazione, budgeting e reporting. È necessario quindi che vengano individuati una serie di strumenti di risk management a tutela dell’operato del CFO sia verso l’azienda nella quale lavora, sia verso l’esterno.Per approfondire queste tematiche UNIS&F propone un incontro di alta formazione con la partecipazione di tre relatori d’eccezione: Filippo Zagagnin, tra i curatori di Top 500, la più importante ricerca e analisi del tessuto imprenditoriale italiano, Serena Cioffi e Marco Strini che operano in una delle più importanti società di brokeraggio a livello internazionale.RUOLO E RESPONSABILITÀ DEL CFO/DIRETTORE AMMINISTRATIVO NELLA FASE POST COVID 1930 giugno 2021 | orario 14.30/17.30 | videoconferenzaIl programma completo del corso e la scheda d’iscrizione sono disponibili qui. Per informazioni:Marco BianchiTel.: 0422 916458E-mail: impresa@unisef.it