Tutte le news

Resta sempre aggiornato sulle ultime novità
news
FINANZIAMENTI
19-03-2021
PERSONAL BRANDING AZIENDALE: un percorso formativo per sperimentare un nuovo approccio di marketing
UNIS&F avvia un nuovo progetto che rientra nel Programma Regionale specifico n.73/20 - Percorsi formativi nell’ambito della formazione permanente (Innovazione, Industria 4.0, S3, Innovazione Sociale).Il percorso è gratuito, si articola in 47 ore previste in modalità mista, in presenza e online (salvo nuove disposizioni legate all’emergenza sanitaria) ed è riservato a 8 persone preferibilmente dipendenti o collaboratori di imprese del territorio, startupper o liberi professionisti, residenti o domiciliate in Friuli Venezia Giulia. È obbligatoria una frequenza ad almeno il 70% delle ore totali.Il percorso propone un nuovo approccio di marketing, ancora poco sfruttato nelle imprese, quello del PERSONAL BRANDING AZIENDALE, che riesce a far parlare di sé attraverso i propri collaboratori, i loro valori condivisi, le loro azioni responsabili. Permetterà ai partecipanti di comprendere le potenzialità offerte dal Personal Branding Aziendale e di apprendere metodi e strumenti concreti per innovare le strategie di marketing della propria impresa, in coerenza con la cultura organizzativa in essere.Il programma affronta i seguenti temi: - Il personal branding- Le dinamiche della comunicazione sui social network- Strategie di marketing legate alla propria persona- Il personal branding nel contesto aziendale - Il personal branding per affrontare il cambiamento- Utilizzare lo storytelling per comunicarsi con efficacia- Costruire il piano di comunicazione per il Personal Branding aziendale- Lo stile di comunicazione negli strumenti di web marketingI partecipanti saranno coinvolti in alcune esercitazioni strutturate volte a:- Definire il proprio Personal Branding Canvas- Predisporre un piano editoriale per la comunicazione sui canali social- Pubblicare sui social e misurare le performance dei contenuti- Sperimentare livelli comunicativi diversi sui social network- Testare alcuni strumenti di monitoraggio della reputazionePer aderire inviare domanda di partecipazione e CV entro mercoledì 7 Aprile 2021 a Marianna Mognol: mmognol@unisef.itLe selezioni avverranno venerdì 9 Aprile 2021 dalle ore 15.00 presso UNIS&F Pordenone, in Piazzetta del Portello 2, o in modalità on line (MS Teams), nel caso permanessero ancora le restrizioni imposte a causa dell’emergenza covid-19. Qualora il numero di candidati superi il numero di posti disponibili si terrà conto dell’ordine di arrivo delle domande.A questo link è possibile scaricare la scheda del percorso formativo. Per informazioni:Marianna MognolTel. 0434 526483E-mail: mmognol@unisef.it
FINANZIAMENTI
19-03-2021
ORGANISATIONAL TOOLBOX: un percorso formativo per apprendere e sperimentare strumenti digitali utili a rendere più efficiente il proprio lavoro e a innovare la propria organizzazione
UNIS&F avvia un nuovo progetto che rientra nel Programma Regionale specifico n.73/20 - Percorsi formativi nell’ambito della formazione permanente (Innovazione, Industria 4.0, S3, Innovazione Sociale).Il percorso è gratuito, si articola in 51 ore previste in modalità mista, in presenza e online (salvo nuove disposizioni legate all’emergenza sanitaria) ed è riservato a 8 persone preferibilmente dipendenti o collaboratori di imprese del territorio, startupper o liberi professionisti, residenti o domiciliate in Friuli Venezia Giulia. È obbligatoria una frequenza ad almeno il 70% delle ore totali.La necessità di convivere con il rischio Covid-19 è stato ed è di stimolo per l’evoluzione del business in tante PMI, verso una trasformazione digitale più veloce e concreta, che richiede un cambiamento nei modelli culturali e organizzativi delle nostre imprese. La digitalizzazione del business è la strada principale per garantire continuità operativa nonché, in prospettiva, un’occasione di rilancio.Il percorso si propone di accompagnare le persone che operano in aziende del territorio o a favore delle stesse, verso quella trasformazione profonda che investe cultura, competenze e processi, proponendo azioni concrete utili ad innovare un’organizzazione. Spesso, non è necessario acquistare complessi e costosi software per ottimizzare i processi organizzativi e gestionali dell’azienda. Esistono infatti una serie di strumenti digitali, economicamente poco impattanti, che saranno proposti nel percorso, in grado di garantire flessibilità, autonomia, responsabilità, orientamento al servizio e al risultato e di stimolare il potenziale creativo.I partecipanti avranno la possibilità di:- sperimentare, direttamente e attraverso case history, 15 differenti strumenti, utili per efficientare e facilitare il proprio lavoro, anche da remoto;- selezionare i tools che si ritengono più adeguati a migliorare la propria organizzazione e definire una roadmap per una introduzione condivisa ed efficace.Per aderire inviare domanda di partecipazione e CV entro mercoledì 14 aprile 2021 a Marianna Mognol: mmognol@unisef.itLe selezioni avverranno venerdì 16 Aprile 2021 dalle ore 9.30 presso UNIS&F Pordenone, in Piazzetta del Portello 2, o in modalità on line (MS Teams), nel caso permanessero ancora le restrizioni imposte a causa dell’emergenza covid-19. Qualora il numero di candidati superi il numero di posti disponibili si terrà conto dell’ordine di arrivo delle domande.A questo link è possibile scaricare la scheda del percorso formativo. Per informazioni:Marianna MognolTel. 0434 526483E-mail: mmognol@unisef.it
UNIS&F
04-03-2021
Cookies e strumenti di tracciamento: le prossime novità
"Se non sei online non esisti”, recita un motto ormai consolidato. Oggi essere “in rete” significa essere in grado di entrare in connessione con i clienti, attuali o potenziali, e instaurare collaborazioni con altre aziende per poter competere in un mercato ormai globale.I nostri siti web, dunque, divengono uno strumento fondamentale, rappresentando al contempo un biglietto da visita, ma anche una finestra sulla nostra realtà d’impresa.Diventa quindi imprescindibile garantire un sito web funzionante, magari multilingue, in grado di salvare le preferenze del cliente e fornire suggerimenti e che, allo stesso tempo, dimostri la nostra attenzione al rispetto delle normative, come sinonimo di serietà e affidabilità.In questo contesto si colloca il supporto costante che il Garante della Privacy italiano offre alle imprese nella gestione dei dati personali, non ultimo con le linee guida in materia di cookies e strumenti di tracciamento, sino al 10 gennaio scorso sottoposte a consultazione pubblica e adottate sulla scia delle istruzioni fornite sul tema dall’EDPB ancora a maggio 2020.È, quindi, ormai imminente l’uscita in forma definitiva di queste linee, che avranno un impatto non indifferente su quella che è stata l’impostazione sino ad oggi adottata e ritenuta non più conforme al dettato normativo del Regolamento UE 679/2018 (GDPR).Consenso, banner, cookie wall, scroll down, fingerpriting sono solo alcuni dei temi trattati, la cui rinnovata disciplina imporrà presto l’obbligo per tutti, aziende e professionisti presenti sul web, di aggiornare i propri siti uniformandoli, sia graficamente che contenutisticamente, alla nuova disciplina. Per informazioni:Tel.: 0422 916417E-mail: privacy@unisef.it
FINANZIAMENTI
03-02-2021
La prevenzione come miglior strumento di compliance
UNIS&F, con il contributo della Camera di Commercio di Treviso-Belluno | Dolomiti, ha elaborato un cruscotto di Digital Compliance Assessment: uno strumento informatico gratuito che possa supportare le imprese nell’autoanalisi della propria compliance.Quando si parla di compliance aziendale, si fa riferimento alla conformità alle regolamentazioni vigenti, agli standard e alle best practices. Non si tratta, dunque, solamente di sicurezza sul lavoro, ma anche di responsabilità amministrativa degli enti, protezione dei dati personali, anticorruzione, antiriciclaggio, reati ambientali e cybersecurity.Le aziende oggi si trovano a gestire i rischi legati alla compliance in un contesto normativo sempre più complesso: per questo UNIS&F, ha creato tale strumento che si propone di far ottenere un report che inquadri, in relazione alle aree considerate, lo status aziendale di quel dato momento. Per far ciò sono state definite delle check list di conformità dedicate a più settori (protezione dei dati personali, responsabilità amministrativa degli enti, sicurezza sul lavoro, anticorruzione, antiriciclaggio, reati ambientali, cybersecurity), così da dare la possibilità anche a figure non necessariamente tecniche di avere evidenza delle principali criticità o non conformità che la propria azienda presenta, anche al fine di prevenire sanzioni di varia natura.L’obiettivo è quello di rendere le imprese maggiormente consapevoli rispetto agli adempimenti richiesti dalle normative di settore e soprattutto fornire un “alert” che, a seconda delle risultanze dell’analisi tramite check list, sia in grado di “mettere in guardia” su eventuali gap che rimangono da colmare per essere “compliant”.Le aziende potranno accedere gratuitamente alla piattaforma tramite il seguente link. Per informazioni:Pasquale CostanzoTel.: 0422 916417E-mail: compliance@unisef.it 
FINANZIAMENTI
03-02-2021
Garanzia Giovani Veneto: nuove possibilità per inserire tirocinanti
La Regione del Veneto con la Dgr n. 1879 del 29/12/2020 ha stanziato nuove risorse per supportare i giovani nell’acquisire competenze adeguate ad affrontare un mercato del lavoro in profonda trasformazione, favorendo l'inserimento lavorativo e/o la creazione di una nuova impresa. Tutti i percorsi includono un’esperienza formativa da svolgere direttamente in azienda, attraverso un tirocinio extracurriculare di 3 mesi quasi interamente finanziato dalla Regione (300 Euro/mensili a carico INPS e 150 euro mensili a carico dell'azienda ospitante).Ecco alcuni profili su cui stiamo lavorando: le aziende possono manifestare il proprio interesse su queste figure o esprimere altre esigenze compilando il form entro il 24 febbraio 2021. Energy ManagerFigura professionale responsabile della conservazione e dell'uso razionale dell'energia: si occupa di trovare le giuste soluzioni, intraprendendo tutte le azioni necessarie per ridurre al minimo gli sprechi e assicurando alle aziende per cui lavora risparmio energetico ed economico. Per le aziende che hanno un consumo particolarmente elevato di energia, la nomina di un Energy Manager è obbligatoria.Tecnico per la sostenibilità dei prodotti (design e packaging)Opera nella gestione del ciclo di vita di un prodotto in modo da prevenire o ridurre il suo impatto con l’ambiente. Individua i materiali innovativi e le tecniche di lavorazione atte a garantire un prodotto che abbia elevati livelli di prestazione, carica simbolico-evocativa e qualità stilistiche. Collabora e predispone il piano di marketing e di comunicazione sul prodotto. Ricerca e applica la normativa riguardante la prevenzione, la sicurezza e la salvaguardia dell’ambiente.Green DesignerVariante "verde" del Product Designer: un progettista che si occupa di ideare oggetti adatti alla produzione seriale e ottimizzati tenendo conto dell'ergonomia, della sicurezza, del design innovativo e dell'usabilità. Il Green Designer predilige l'utilizzo di materiali biocompatibili e a impatto zero, la filosofia di progettazione infatti si basa sui principi di sostenibilità sociale, economica ed ecologica. L'obiettivo del Green Designer è quindi quello di eliminare l'impatto ambientale negativo di ogni oggetto o costruzione, il tutto con uno stile accattivante e innovativo.Tecnico della Compliance aziendaleFigura professionale con competenze pluridisciplinari che riguardano le norme sulla responsabilità amministrativa (D.Lgs. 231/2001) e sulla privacy, l’antiriciclaggio, l’anticorruzione, la sicurezza sul lavoro, i reati ambientali, la cybersecurity, i requisiti dettati dalle norme tecniche (ISO) e i relativi strumenti e procedure per il monitoraggio di tutte queste normative. Si occupa di valutare le principali fonti di rischio cui l’impresa è soggetta, identificare processi e aree aziendali impattate, valutando il grado di rischio connesso; favorisce un’efficace applicazione delle regole e dei processi definiti, elabora un piano periodico di verifiche di conformità, stilando un reporting periodico relativo all’attività di compliance, interagendo con gli organi di vigilanza.Data AnalystIl Data Analyst utilizza i dati per risolvere problemi e creare opportunità per la propria azienda. Raccoglie dati da diverse fonti, li organizza e li struttura per poi analizzarli, ricavandone informazioni utili al business. Il lavoro del Data Analyst permette di verificare ipotesi e teorie per ottenere un vantaggio competitivo e, più in generale, di prendere decisioni data-driven.Esperto di CybersecurityTecnico informatico che si occupa di mantenere al sicuro i sistemi informatici aziendali da attacchi di terze parti e dallo spionaggio, assicurandosi che non ci siano falle nei sistemi di sicurezza. È in grado di analizzare le vulnerabilità di questi sistemi al fine di migliorarne la sicurezza e blindarne i dati.Per poter presentare i progetti è necessario che le aziende manifestino il proprio interesse ad ospitare un giovane in tirocinio compilando il form entro il 24 febbraio 2021. Per informazioni:Area Giovani - 0422 916427E-mail: areagiovani@unisef.it
UNIS&F
28-01-2021
Le nuove frontiere del recruiting all’epoca del GDPR
Quando pensiamo all’invio dei curricula e al trattamento dei dati in fase di recruiting, il pensiero di tutti comunemente cade sul tema dell’informativa e sulla conseguente “formulina” di autorizzazione che molti candidati inseriscono nel proprio documento di presentazione. D’altronde, il Regolamento Europeo sulla protezione dei dati (GDPR) prevede che l’intero ciclo di vita del dato del candidato debba essere soggetto a dei presidi che ne garantiscano la liceità e la sicurezza di trattamento nel contesto aziendale.Ecco dunque che vengono in soccorso le normative del nostro Codice privacy (d.lgs. 196/2003), come da ultimo riformato, che in particolare all’art. 111 bis ricordano l’imprescindibile obbligo di fornire l’informativa da parte del soggetto selezionatore e che ci rammentano la piena utilizzabilità del curriculum spontaneo, a prescindere dalla formula autorizzativa in calce al documento stesso.Eppure anche in questo settore la frontiera della data protection sembra aprire le strade a nuove prospettive. È di poco tempo fa la notizia che in Finlandia, precisamente a Helsinki, è stato sperimentato con successo un nuovo processo di selezione dei candidati basato sull’analisi e valutazione dei curricula “anonimi” o, per meglio dire, “pseudonimizzati”, nei quali i dati personali vengono sostituiti da un codice numerico, per lasciare spazio alle sole informazioni professionali.Questo progetto, che sta dando esiti particolarmente performanti, è dunque l’ulteriore dimostrazione di come un’applicazione effettiva del GDPR e dei suoi principi, anche nel settore del lavoro, stia aprendo le porte a un approccio innovativo, in grado di apportare alle imprese che sapranno coglierlo un sicuro valore aggiunto. Per informazioni:Tel.: 0422 916417E-mail: privacy@unisef.it
UNIS&F
28-01-2021
HR e gestione del dato del personale: "equilibrismo" tra conformità al GDPR e necessità operative
Tutti noi conosciamo il ruolo cruciale che assume l’Ufficio Risorse Umane all’interno delle imprese. Non sempre, però, siamo altrettanto consapevoli del livello di responsabilità e di rischio che l’amministrazione del personale comporta.L’HR, infatti, è chiamato quotidianamente a gestire i dati personali di dipendenti e collaboratori (e talvolta dei relativi congiunti), trattando queste informazioni in ogni fase del rapporto di lavoro: dalla selezione alla rilevazione delle presenze, passando per la gestione dei turni e la localizzazione dei mezzi, la formazione e le valutazioni delle performance, sino ovviamente agli adempimenti amministrativi connessi al pagamento degli stipendi, alle certificazioni dei redditi e alle pratiche di malattia o infortuni, con relativa trasmissione a soggetti terzi.Per fare questo, l’Ufficio Risorse Umane deve costantemente destreggiarsi tra una pluralità di normative che si coordinano ed integrano tra loro, non ultimo il Regolamento sulla protezione dei dati.La delicatezza di questo ruolo discende anche dalla natura dei dati personali oggetto di trattamento, laddove nel corso del rapporto lavorativo le informazioni acquisite sul lavoratore si implementano costantemente di dati non soltanto meramente anagrafici, ma anche particolari (primi fra tutti, quelli sanitari), sino a quelli penali.Ognuna di queste fasi, come ciascuna di queste categorie di dati, assume un peso diverso e richiede al contempo particolari cautele, basate sempre e comunque sul fondamentale presupposto del rispetto dei principi che regolano l’attività di trattamento.Ecco dunque che anche la trasmissione e la condivisione dei dati dei dipendenti nei confronti di terzi, ad esempio del consulente del lavoro, non potrà prescindere dall’adeguata nomina e dal rispetto da parte di questi ultimi delle garanzie di trattamento, come previste dal GDPR.È importante, infatti, ricordare il primato che assume l’errore umano nei data breaches, come riconosciuto dalla Conferenza Internazionale delle Autorità per la protezione dei dati (ICDPPC ora Global Privacy Assembly) del 2019, che oggi più che mai viene messo in luce dall’aumento esponenziale di attacchi informatici (+250% nel secondo semestre 2020 secondo il rapporto dell’Osservatorio sulla cybersecurity di Exprivia).Circostanze, queste, che rendono sempre più imprescindibile un’adeguata formazione del personale, non solo al fine di soddisfare tutti i requisiti richiesti dal GDPR, ma anche per assicurare una rinnovata capacità di resilienza all’impresa stessa. Per informazioni:Tel.: 0422 916417E-mail: privacy@unisef.it
FINANZIAMENTI
07-01-2021
Nuovo percorso di formazione gratuito per disoccupati over 30: tutto quello che ti serve sapere per diventare un buyer
UNIS&F, grazie al finanziamento del Fondo Sociale Europeo, promuove un percorso di formazione gratuito finalizzato ad aggiornare le competenze necessarie per svolgere il ruolo di buyer, figura professionale chiave in azienda, a cui viene richiesta la gestione di approvvigionamenti e acquisti, il miglioramento dei flussi e la riduzione dei costi, con una capacità di analisi e previsione dei mercati.La formazione, riservata a 8 disoccupati/inoccupati over 30 residenti o domiciliati in Veneto, consisterà in 90 ore. Ci saranno inoltre dei momenti di orientamento e di supporto individuale finalizzati all’inserimento/reinserimento lavorativo.Considerando il periodo di emergenza sanitaria, il percorso formativo molto probabilmente verrà avviato in modalità FAD (formazione a distanza), diversamente la sede del percorso formativo sarà UNIS&F, Piazza delle Istituzioni, 12 - Treviso.Le selezioni si terranno il 21 gennaio 2021 ore 9.00 presso UNIS&F – Piazza delle Istituzioni, 12 - Treviso (in caso di proroga del DCPM del 3 novembre 2020 le attività di selezione verranno gestite a distanza).La domanda di ammissione dovrà essere completa dei documenti richiesti nel modulo, pena l’esclusione, e deve pervenire alla segreteria entro il 20 gennaio 2021.A questo link è possibile scaricare il bando con il programma completo del percorso formativo. Per informazioni:Mariolina Ceparano - 0422 916421E-mail: areagiovani@unisef.it
FORMAZIONE
17-12-2020
Marketing e Privacy: il giusto compromesso
Con l’avanzamento dell’economia digitale e la conseguente esigenza di districarsi in un contesto di concorrenza caratterizzato da popolarissimi players, molte aziende si sono trovate nella necessità di investire in nuove strategie di comunicazione e di intraprendere campagne e iniziative pubblicitarie, volte ad aumentare la propria visibilità.Questa nuova esigenza ha aperto le porte a diverse problematiche, prima di tutto quella concernente l’accessibilità e utilizzabilità da parte delle imprese dei dati dei propri clienti, o potenziali tali, mettendo in luce l’annosa questione concernente il rapporto tra marketing e protezione dati.Lo sviluppo delle nuove tecnologie, con conseguente aumento delle fonti di dati e l’avanzamento delle tecniche di profilazione, hanno reso il settore del marketing un contesto sempre più a rischio per la protezione dati, tanto da ricadere spesso sotto il vaglio ispettivo del Garante Italiano.Sono molte, infatti, le aziende che hanno cercato di fare appello al “legittimo interesse” del considerando 47 GDPR per fondare trattamenti finalizzati ad attività promozionali, cercando così di bypassare l’ostacolo di un consenso non sempre facile da ottenere e ancor meno da gestire.A oggi sembra prevalere, anche sulla base dell’art. 130 del D.lgs.196/2003, come da ultimo riformato con il D.lgs. 101/2018, la centralità del consenso rispetto al legittimo interesse, che viene così relegato a una gamma limitata di trattamenti.Attenzione, quindi, a individuare la corretta base giuridica, la cui scelta non potrà prescindere da un’adeguata e completa conoscenza del Regolamento e delle sue implicazioni pratiche, lette alla luce delle pronunce delle autorità nazionali ed europee.Per informazioni:Tel.: 0422 916417E-mail: privacy@unisef.it
FORMAZIONE
10-12-2020
Catalogo Privacy 2021: un ciclo di seminari di alta formazione in webinar
UNIS&F propone un ciclo di seminari di alta formazione in webinar dedicato all’approfondimento di temi specifici in ambito privacy legati alla quotidianità della gestione aziendale. L’obiettivo è quello di affrontare queste tematiche attraverso il coinvolgimento di professionisti esperti nel settore, dal punto di vista pratico e operativo, partendo dal quadro normativo definito dal Regolamento Europeo UE 216/679 (GDPR).Si rivolge a chiunque intenda approfondire gli aspetti privacy legati alla gestione aziendale, in particolare a chi si occupa principalmente di privacy: Ufficio Legale, Ufficio Risorse Umane, Area IT o Responsabili della sicurezza dati, avvocati e consulenti specializzati in ambito privacy e figure che ricoprono il ruolo di Data Protection Officer (DPO/RDP).Il ciclo di seminari è in fase di accreditamento presso il Consiglio Nazionale Forense.Qui di seguito il calendario completo e le tematiche di ciascun appuntamento:Modulo 1: PRIVACY E MARKETING DOPO L'EMERGENZA COVID-1914 gennaio 2021 - orario 14.30/17.30Modulo 2: GDPR: IL RUOLO CENTRALE DELLE RISORSE UMANE11 febbraio 2021 - orario 14.30/17.30Modulo 3: COOKIE E CONSENSO: LE NUOVE PROSPETTIVE11 marzo 2021 - orario 14.30/17.30Modulo 4: INTELLIGENZA ARTIFICIALE: I PROFILI PRIVACY8 aprile 2021 - orario 14.30/17.30Modulo 5: COME APPLICARE IN CONCRETO I PRINCIPI DEL PRIVACY BY DESIGN E DEFAULT13 maggio 2021 - orario 14.30/17.30Modulo 6: LA GESTIONE DEL CONTENZIOSO PRIVACY: APPROCCI UTILI IN CASO DI SEGNALAZIONI, RECLAMI E CONTROVERSIE10 giugno 2021 - orario 14.30/17.30Modulo 7: LA FIGURA DELL’AMMINISTRATORE DI SISTEMA E COME PREVENIRE O AFFRONTARE UN DATA BREACH8 luglio 2021 - orario 14.30/17.30Modulo 8: COMPLIANCE PRIVACY E SERVIZI CLOUD16 settembre 2021 - orario 14.30/17.30Modulo 9: GDPR: DALL’ANALISI DEL RISCHIO ALLA DPIA14 ottobre 2021 - orario 14.30/17.30Modulo 10: INTERAZIONE TRA NORMATIVA PRIVACY E D.LGS 231/200116 dicembre 2021 - orario 14.30/17.30Consulta la brochure con i dettagli dei seminariPer informazioni:Tel.: 0422 916417E-mail: privacy@unisef.it
— 20 Elementi per Pagina
Mostrati 61 - 77 su 77 risultati.