L’arte fa rivivere fabbriche e capannoni

Pubblicata l'11 dicembre 2018

Martedì 11 dicembre alle ore 10.00 presso la chiesa di San Teonisto a Treviso avrà luogo l’incontro d’avvio del progetto “RIGENERArTE: Eccellenti Contaminazioni CreAttive di Nuovi Spazi Ibridi”.

Obiettivo del progetto, finanziato dalla Regione Veneto e organizzato da UNIS&F nell’ambito della Dgr. 718/2008, è trasformare vecchie aree industriali in luoghi di cultura da aprire al territorio. Luoghi dove allestire mostre, installazioni artistiche o moderni teatri per dar spazio a narratori e artisti.

Partner dell'iniziativa, che vede coinvolti alcuni sindaci e una dozzina di classi delle scuole medie e superiori, è Fondazione Benetton Studi Ricerche. Il progetto ha lo scopo di portare in Veneto "cervelli", intesi non solo come scienziati, ma anche come creativi impegnati nel campo delle installazioni visive, fotografi, pittori, narratori che da metà gennaio per sei mesi arriveranno nella Marca con una "mission" ben precisa: dare un nuovo impulso a luoghi dismessi o abbandonati. I luoghi interessati sono il Lanificio Paoletti di Follina, un immobile alle porte di Treviso gestito dall’Associazione Giano, la Tessitura Colombina di Badoere e l'ex cartiera nel comune bellunese di Quero Vas.

Gli artisti individuati sono una quindicina sparsi in tutta Europa e per alcuni di loro sarà un ritorno nel loro paese d'origine. In questi giorni UNIS&F, assieme a Fondazione Benetton Studi Ricerche, sta terminando le selezioni per i sei posti disponibili. Arriveranno a Treviso verso metà gennaio per raccogliere i "dossier" e cominciare il lavoro. Durante il periodo di permanenza sono già previsti una serie di eventi moltiplicatori che saranno utili a far comprendere alle diverse parti coinvolte e ai cittadini come stanno procedendo i lavori. Tra fine maggio e giugno il gran finale quando i progetti artistici saranno pronti e i quattro luoghi prescelti, ora abbandonati o solo parzialmente usati, torneranno a essere vivi e più utilizzabili dai cittadini, ma sotto un’altra forma.


Per informazioni:
Area Formazione Finanziata - Tel. 0422 916477
E-mail: gestfin@unisef.it