Le trasformazioni silenziose a Treviso

Pubblicata il 15 dicembre 2011

“Quello che noi dobbiamo imparare come imprenditori è leggere i segnali deboli, capire quello che avviene nel sottobosco di informazioni ed attività per trasformarli in elementi vitali per lo sviluppo delle nostre imprese e del nostro business.” Queste le dichiarazioni di Flavio Sgambaro, vicepresidente di Unindustria Treviso, nel corso del seminario “Una farfalla darà il segnale” tenutosi il 29 novembre scorso a Palazzo Giacomelli.

La giornata formativa organizzata da Formazione Unindustria Treviso ha radunato attorno al filosofo e sinologo francese François Jullien e all’imprenditrice cinese Judy Leissner sessanta tra manager ed industriali trevigiani. I due relatori hanno accompagnato l’uditorio trevigiano alla scoperta di come si vive il cambiamento aziendale nel mondo orientale. “Uscite dall’Europa per avere idee nuove” raccomanda Judy Leissner ai colleghi di Treviso, ma assieme a François Jullien ricorda che è altrettanto importante mantenere la propria identità di origine nel momento in cui ci si propone sugli scenari internazionali.

Soddisfatti gli imprenditori che hanno seguito il seminario. “Ci sono tanti modi di aprirsi al mondo. Fisicamente ci si sposta, ma non sempre è fattibile e un'occasione come questa è preziosa. In fondo avete aperto a Treviso una "fessura" per poter guardare oltre... per riuscire a vedere il tuo punto di vista spesso basta cambiare punto di vista” ci ha detto Monica Sech, di Workstation SRL.

Con questo seminario Formazione Unindustria Treviso conclude il ciclo di incontri destinati a manager e imprenditori per l’anno 2011. L’impegno a stimolare una riflessione operativa sul mondo aziendale con l’aiuto di grandi protagonisti proseguirà anche nel 2012 con alcune importanti novità da non perdere.

Leggi la rassegna stampa e guarda il video del seminario.