Marketing on-line, nuove sfide per le aziende trevigiane

Pubblicata il 24 marzo 2011

Tre settimane di tempo ed un budget di 200 dollari per pianificare una campagna di marketing in grado di migliorare il posizionamento di un'azienda su internet. Questa è la sfida proposta da "Google Online Marketing Challenge", il concorso promosso dal colosso di Mountain View che quest'anno giunge alla sua terza edizione.

Gruppi di studenti universitari, provenienti da tutto il mondo, a partire dal 2 maggio 2011 si sfideranno nel progettare e sviluppare una strategia pubblicitaria con gli strumenti di Google al fine di aumentare la visibilità online dell'azienda loro affidata. Alla fine delle tre settimane saranno proclamati i vincitori: la squadra che avrà ottenuto il risultato migliore a livello mondiale avrà la possibilità di trascorrere una settimana a San Francisco e conoscere il team degli sviluppatori di AdWords.

Formazione Unindustria Treviso collabora già da 4 anni con l'Università degli Studi di Milano e Google segnalando le imprese trevigiane disponibili ad essere coinvolte nelle attività. Ogni anno quattro aziende, ognuna seguita da un team di studenti messi a disposizione dall'Università, testano con mano gli effetti delle campagne on-line. I risultati sono stati più che soddisfacenti: nel challenge dell'anno scorso, su 2187 team partecipanti provenienti da 57 paesi, tutti e quattro i gruppi che hanno seguito le aziende trevigiane si sono classificati in buone posizioni, arrivando in un caso fino alla soglia della semifinale.

L’attività formativa di Formazione Unindustria Treviso nel campo dell’on-line marketing non si limita al settore delle inserzioni sponsorizzate. Infatti il prossimo 8 aprile, a Oderzo, si parlerà di “Business, marketing e reputazione on-line al tempo dei social media”, per sensibilizzare le aziende locali e la cittadinanza sull’importanza delle nuove potenzialità aperte dalla rete.

Tutti gli interessati potranno approfondire tali tematiche negli incontri del percorso “Strumenti di Business 2.0”, 6 giornate durante le quali si parlerà di posizionamento organico, strumenti di analisi  web, pay per click, social media, della gestione e reputazione del brand, per dar modo alle aziende di toccare con mano,pregi e difetti della visibilità sul web.

Inoltre, per un ristretto gruppo di imprese interessate ad una formazione più approfondita, sta per essere avviato il “Business 2.0 Lab”, dove, in un contesto formativo insolito e grazie all’analisi delle diverse situazioni aziendali, verrà strutturata una formazione su tematiche specifiche.