Novità in vista per i corsi obbligatori in materia di sicurezza sul lavoro

Pubblicata il 21 luglio 2011

Il D.Lgs. 81/08 e ss.mm.ii. prevede una serie di norme attuative che stanno faticosamente vedendo la luce. In particolare, pare ormai imminente la pubblicazione, da parte della Conferenza Stato-Regioni, degli Accordi che modificheranno la disciplina delle attività formative previste, rispettivamente, per il Datore di Lavoro che svolge anche i compiti del Servizio di Prevenzione e Protezione (art. 34) e per i lavoratori, preposti e dirigenti (art. 37).

Per quanto riguarda il “Datore di Lavoro RSPP”, il monte ore del corso di base non sarà più uguale per tutte le aziende. Per le organizzazioni classificate a rischio “medio” o “alto”, la durata potrà essere superiore alle attuali 16 ore, al fine di garantire maggior tutela per le situazioni di maggior esposizione dei lavoratori.

Per questi Datori di Lavoro, come per quelli che hanno già frequentato un corso ai sensi del D.M. 16 gennaio 1997, viene introdotto anche un obbligo di aggiornamento periodico.

Sarà potenziata anche la formazione destinata a tutti i lavoratori, che andrà a sommarsi ad eventuali corsi o attività di addestramento obbligatori e relativi a mansioni o attrezzature particolari. È previsto un monte ore annuo che ricomprenderà sia concetti generali che contenuti specifici, differenziando anche in questo caso sulla base del livello di rischio. Anche i corsi per dirigenti e preposti saranno meglio definiti in termini di durata minima e argomenti da trattare.

Nel momento in cui queste nuove disposizioni dovessero entrare in vigore, Formazione Unindustria Treviso contribuirà a renderle note tramite il proprio sito e adeguerà di conseguenza i percorsi formativi proposti alle aziende, ove necessario.