Vaccinazione dei dipendenti: i chiarimenti del Garante

Pubblicata il 4 marzo 2021

 

Sono di recentissima pubblicazione le FAQ del Garante in materia di vaccini anti Covid e contesto lavorativo, con le quali viene data risposta alle domande più comuni circa la possibilità di trattamento, da parte del datore di lavoro, dei dati dei dipendenti sul loro stato vaccinale.

Viene dunque ribadito il principio, conforme alla normativa in materia di emergenza sanitaria e salute nei luoghi di lavoro, che limita al giudizio di idoneità alla mansione il diritto del datore di lavoro di acquisire informazioni circa la salute del dipendente, escludendo la liceità di una richiesta in tal senso sia al medico competente che al lavoratore.

Nessun trattamento dei dati dei dipendenti circa le vaccinazioni, quindi.

In ogni caso, il Garante lascia aperta la diversa ipotesi in cui il legislatore nazionale dovesse decidere di imporre la vaccinazione anti Covid-19 quale condizione per lo svolgimento di determinate professioni, attività lavorative e mansioni e sulla quale, almeno per il momento, non si pronuncia.

Ecco il link alle FAQ sul sito del Garante Italiano.

 

Per informazioni:
Tel.: 0422 916417
E-mail: privacy@unisef.it