Progetti di Reimpiego per CIGS

Outplacement collettivo ed individuale

Assistenza nei percorsi di ristrutturazione aziendale, chiusure o cessioni di rami d’azienda tramite percorsi formativi ad hoc per il personale in esubero o in eccedenza.
Progetti per il reimpiego di personale in CIGS o in mobilità, l’obiettivo è di moltiplicare le occasioni d’incontro tra lavoro disponibile e personale coinvolto. Sono previste attività di supporto quali:

  1. Orientamento al mercato del lavoro;
  2. Creazione del curriculum vitae dei lavoratori;
  3. Formazione e aggiornamento professionale;
  4. Ricerca di attività di nuove opportunità e accompagnamento al lavoro.


Le aziende che assumono possono beneficiare di importanti incentivi: i nominativi dei lavoratori appartenenti ai progetti gestiti da Unimpiego Treviso vengono inoltrati gratuitamente alle aziende associate a Unindustria Treviso.
 

Progetti aziendali

I progetti aziendali finora gestiti hanno visto il coinvolgimento, tra le altre, delle seguenti aziende:

IRCA, MONTELLO, DE LONGHI, GGP ITALY, GOLDEN LADY COMPANY, GDS MANUFACTURING, PALU’, COLUSSI, VALMAN, CRISTALLERIE RIUNITE, POLICARPO, ALPIPRESS, TESSITURA MONTI, FASTOP, PIZZOLON, DIADORA1, MOBILCLAN, H T, FERVET, PENTA, SIPA, ELECTROLUX, FRACARRO, ROSSIGNOL LANGE, OLIMPIAS, SELECTA, TECNICA, GB INTERNATIONAL, BRALCO, IDEA, FAIRWIND ELECTRONICS, SANGALLI, LOTTO, STEFANEL, COMEC, VETRERIA RESANESE, PAGO ITALIA, COLETTI, AERRE, SSP, FREZZA, GICINQUE, ZEMBURG, AM TEKNOSTAMPI, BELSTAFF, CONTRACT, FRACARRO RADIOINDUSTRIE, GEOX, METALCO, NICOLL, SLM GROUP…


Finanziamenti

I progetti possono essere presentati per l’approvazione e il relativo finanziamento o cofinanziamento in presenza di appositi bandi pubblicati dalla Regione Veneto o di iscrizione dell’azienda a Fondimpresa.

Con la delibera n. 1842 del 9 dicembre 2015, in particolare, la Regione Veneto ha stanziato nuovi fondi e UNIS&F promuove attività di OrientamentoFormazione e Accompagnamento al lavoro rivolte ai lavoratori di aziende con unitàproduttive situate in Veneto.

 

Un’opportunità per le imprese che assumono

Nei casi di assunzione di lavoratori che hanno aderito a queste iniziative, oltre a beneficiare degli sgravi contributivi e delle agevolazioni relative alle indennità di mobilità residue, dove previste, le imprese potranno utilizzare il servizio di Unimpiego gratuito sia nella fornitura di candidati che a fronte di possibili assunzioni.